Quando:
settembre 30, 2017–ottobre 1, 2017 giorno intero
2017-09-30T00:00:00+02:00
2017-10-02T00:00:00+02:00

Pnalm, D’Agostino e Coia nel direttivo

L’hotel Valle dell’Oro di Pescasseroli ci ha concesso l’opportunità di tenere aperte le prenotazioni fino al 31 Agosto 2017; all’atto della prenotazione, è previsto il pagamento di una caparra di 20,00 €.

Il Parco Nazionale dell’Abruzzo, Lazio e Molise fu istituito nel lontano 25 Novembre 1921 nel territorio dell’Alto Sangro. Proprio in questo impervio territorio, difficilmente accessibile, trovarono rifugio l’Orso bruno marsicano, il Camoscio d’Abruzzo, il Lupo appenninico ed altre specie non meno importanti. Ad oggi, il Parco si estende sul territorio di 25 Comuni distribuiti tra le province di L’Aquila, Frosinone e Isernia.

Il territorio del P.N.A.L.M. è costituito principalmente da un insieme di catene montuose di altitudine compresa tra i 900 e i 2.200 m, che presentano un paesaggio vario ed interessante in cui si alternano vette tondeggianti, tipiche dell’Appennino, a pendii dirupati dal tipico aspetto alpino. La zona centrale del Parco è percorsa dal fiume Sangro, al quale affluiscono vari torrenti; inoltre, sono presenti due bacini lacustri: il lago artificiale di Barrea alimentato dal fiume Sangro ed il lago Vivo di origine naturale. Le rocce del Parco sono per la maggior parte di natura calcarea. La catena della Camosciara, insieme alle contigue Val di Rose e Valle Iannanghera rappresentano i luoghi del “culto” della natura protetta, dove si possono osservare con meraviglia a pochi metri di distanza e in ogni stagione, stupendi esemplari del Camoscio d’Abruzzo. Altro elemento fondamentale del Parco sono le aree boscate che costituiscono il 60% del suo territorio, in particolar modo le faggete che corrispondono ad oltre l’84% del territorio forestale.

Due giorni interamente dedicati alla scoperta del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise con la speranza di incontrare gli ultimi grandi mammiferi presenti nell’Appennino; due giorni di totale immersione nella natura che nella stagione autunnale diventa ancor più affascinante. Le foreste si colorano dei toni che vanno dal giallo all’arancio, dal rosso al marrone, ed è proprio grazie a questa atmosfera suggestiva che l’autunno diventa uno dei momenti più tranquilli per godersi la splendida natura del Parco. Sarà bello scoprire la grande varietà di frutti su alberi e arbusti, l’incredibile quantità di specie di funghi e la fragranza che emana il suolo dopo le prime piogge autunnali e le orme degli animali lasciate sul terreno umido e un po’ fangoso.

Sabato 30 Settembre 2017:

  • Ore 6.45 – Partenza dal parcheggio antistante bar Ferretti (SS 3 – uscita S.Eraclio)
  • Ore 10.00 – Arrivo a Civitella Alfedena (AQ) ed inizio escursione
  • Cena e pernottamento presso l’Hotel Valle dell’Oro – Pescasseroli (AQ)

Domenica 1 Ottobre 2017:

  • Colazione presso l’Hotel Valle dell’Oro – Pescasseroli (AQ)
  • Ore 8.30 – Inizio escursione direttamente dall’albergo
  • Rientro a casa in serata

Escursione di sabato 30 Settembre 2017:

Quello che sale da Civitella al Passo Cavuto e Forca Resuni è uno dei sentieri più classici del Parco; alla bellezza della faggeta aggiunge la possibilità di incontrare i camosci nella Val di Rose e nell’ambiente selvaggio della valle Jannanghera non è impossibile incontrare l’orso.

Dislivello: ↑ 1100 m. ↓ 1100 m. Lunghezza: 15 Km. Difficoltà: E Tempo: 5,30 ore senza soste

Escursione di domenica 1 Ottobre 2017:

Una lunga e bellissima traversata che tocca tutte le cime che chiudono ad occidente la conca di Pescasseroli. Si tratta di una magnifica cavalcata al confine tra il versante abruzzese e quello laziale del Parco di fronte a panorami molto vari ed interessanti. L’orso si lascia intravedere nelle radure sottostanti le cime.

Dislivello: ↑ 1000 m. ↓ 1000 m. Lunghezza: 20 Km. Difficoltà: E Tempo: 6,30 ore senza soste

Saremo ospiti dell’albergo Hotel Valle dell’Oro di Pescasseroli (tre stelle) www.valledoro.com – 0836.91750 in condizione di mezza pensione (cena – ad esclusione delle bevande, pernottamento e colazione) per una cifra indicativa di 45,00 €.

Abbigliamento: scarpe da trekking, giacca a vento, cappello, pile, guanti, quanto necessario per il pernotto, cambio per far fronte agli imprevisti meteorologici frequenti nella stagione autunnale; durante l’intero itinerario non sono presenti fonti dove rifornirsi di acqua.

Avvertenze: il trasferimento da Foligno per Civitella (AQ), Pescasseroli (AQ) e ritorno avverrà con mezzi propri; il pranzo del sabato e della domenica è al sacco. Nel caso di maltempo o per ordinanze del Parco, le escursioni potranno subire delle variazioni.

Per maggiori informazioni:

Andrea Casini – moc.liamgnull@aerdnansc – 320.3884438

Adriano Benedetti – ti.oohaynull@06eulama – 328.4642369

Profilo altimetrico del 30 Settembre 2017: Civitella Alfedena (1107 m) – Passo Cavuto (1980 m) – Forca Resuni (1952 m)– Civitella Alfedena (1107 m)

Profilo altimetrico del 1 Ottobre 2017: Pescasseroli (1146 m) – Santuario Monte Tranquillo (1597 m) – Valico di Monte Tranquillo (1673m) – Monte Pietroso (1876 m) – Monte della Strega (1929 m) – Monte La Rocca (1924 m) – Picco La Rocca (1869 m) – Rifugio di Jorio (1830 m) – Pescasseroli (1146 m)