Scuola Intersezionale Vagniluca – Corso AG2 (da giugno a luglio 2018)

2018-05-25 Tutto il giorno

CORSO DI GHIACCIO PERFEZIONAMENTO – AG2
Il corso avrà inizio il 05 /6 e terminerà il 20/07 2018
CARATTERISTICHE DEL CORSO E REQUISITI DEI PARTECIPANTI Il Corso
AG2 è un corso specialistico, rivolto a persone già in possesso di una esperienza
alpinistica simile a quella impartita in corsi avanzati come AG1 o A2. I partecipanti
quindi hanno già una esperienza alpinistica di montagna, in particolare invernale, e hanno
già effettuato ascensioni di bassa difficoltà su ghiaccio da capo cordata. Il corso prevede
l’insegnamento, attraverso lezioni teoriche e uscite pratiche sul terreno, delle tecniche
fondamentali e avanzate per poter svolgere con ragionevole sicurezza le seguenti attività:
progressione su pendii ripidi di ghiaccio con eventuali tratti di misto, con difficoltà
massima AD-D, attraversamento di ghiacciai e realizzazione di manovre di autosoccorso.
Si trattano anche le tematiche di neve e valanghe, lettura dei bollettini meteo e dei
bollettini valanghe e autosoccorso con ARTVA. Il direttore del corso ha la facoltà di poter
far condurre un allievo da primo di cordata in alcuni tratti di ascensione purché sussistano
le condizioni di sicurezza descritte al punto 12 delle disposizioni generali.
ARTICOLAZIONE DEL CORSO E DIREZIONE Il corso AG2 è articolato in 6
lezioni teoriche e 6 giornate di uscite pratiche. In ciascuna uscita, non vi potranno essere
più di due allievi per ciascun Istruttore cioè il rapporto Allievi/Istruttore dovrà essere non
superiore a 2/1. La direzione di un corso AG2 è affidata a: INA, INSA.
OBIETTIVI GENERALI a) Essere autonomi nella preparazione di una salita alpinistica
in ambiente invernale oppure in alta montagna. Saper valutare la propria preparazione, le
condizioni della neve, le difficoltà oggettive. b) Conoscere le tecniche individuali di
salita, le tecniche di sicurezza e quelle di discesa. c) Essere in grado, in caso di incidente,
di eseguire correttamente tutte le manovre di autosoccorso.
OBIETTIVI SPECIFICI Oltre a quelli previsti per il Corso AG1, si devono
contemplare i seguenti obiettivi formativi: 1) Conoscenza dei materiali specifici (piccozze
classiche, da cascata, da dry tooling, ramponi classici, da cascata, chiodi da ghiaccio). 2)
Tecnica di piolet traction, su pendii ripidi e su cascate facili. 3) Migliore conoscenza delle
tecniche di assicurazione (bilanciata, ventrale, classica). 4) Saper scegliere
l’assicurazione e il freno migliore a seconda del terreno che si incontra. 5) Essere in
grado di preparare e svolgere correttamente le manovre di autosoccorso (Vanzo,
giunzione di corda, mezzo poldo semplice e con spezzone ausiliario. 6) Tecniche di
chiodatura su ghiaccio. 7) Metodi di riduzione del rischio di valanghe nella preparazione
e condotta di un’ascensione. 8) Conoscenza dell’ARTVA. 9) Realizzazione di un bivacco
di emergenza. 10) Preparare e realizzare in modo autonomo una salita di media difficoltà
su neve/ghiaccio/misto; ovvero valutare le proprie capacità, valutare le condizioni del
tempo e della montagna, studiare il percorso di salita e di discesa e stabilire i tempi di
percorrenza, scegliere l’attrezzatura necessaria, analizzare gli eventuali pericoli oggettivi,
preparare itinerari alternativi, sapere utilizzare le tecniche di progressione individuale e di
cordata adatte al percorso, sapere predisporre soste e proteggere opportunamente la salita,
sapere attrezzare e realizzare discese in corda doppia, sapere effettuare manovre di
autosoccorso. 11) Conoscere la struttura del CAI con particolare riferimento agli OTCO e
le caratteristiche dei corsi organizzati dalla CNSASA. 12) Apprendere i principi della
cultura dell’alpinismo e della libera frequentazione della montagna.
Modalità di iscrizione
Per iscriversi è necessario compilare il modulo disponibile dal 01 maggio al 27 maggio
2018; qualunque prenotazione precedente o successiva a tali termini non sarà presa in
considerazione. L’iscrizione vera e propria sarà effettuata solo al momento della firma sul
“modello iscrizione” che avverrà il giorno della presentazione del corso (05 giugno). Gli
allievi saranno ammessi in base al curriculum che dovranno dichiarare nel modulo di
iscrizione. Qualora il numero delle domande superi i 10 posti disponibili, gli altri
preiscritti saranno inseriti in una lista di attesa e potranno essere ammessi al corso in caso
di rinuncia degli allievi già ammessi. Al corso sono ammessi solo allievi maggiorenni.
Nella domanda dovranno essere indicati, oltre alle proprie generalità e ai propri recapiti
postali e telefonici, anche la sezione CAI di appartenenza ed eventuali corsi già svolti..
La quota di partecipazione al corso è fissata in 250 € e comprende l’assicurazione
infortuni degli allievi, l’uso del materiale collettivo, eventuali dispense o manuali; non
comprende i trasporti e le spese di soggiorno. Un acconto pari a 120 € deve essere
versato prima della prima presentazione (05 giugno). Il saldo pari a 130 €, dovrà essere
versato prima della uscita al Gran Paradiso (26 giugno). Successivamente vi saranno
indicate le modalità per il versamento di acconto e saldo.
CONTENUTI
INDICAZIONI Si tratta di un corso di perfezionamento, per cui nelle lezioni teoriche gli
argomenti hanno un maggiore approfondimento rispetto a quelli del corso avanzato di
ghiaccio (AG1). Pur privilegiando gli itinerari su neve e ghiaccio nel corso non vanno
trascurate la progressione su terreno misto e il movimento della cordata in conserva.
Deve essere esercitata la tecnica individuale di base su ghiaccio sia con un attrezzo che
con due su terreno impegnativo. Vanno sviluppate l’osservazione dell’ambiente e
l’individuazione del percorso più sicuro da pericolo di valanghe. Oltre a esercitarsi
sull’uso dell’ARTVA, va eseguita anche una dimostrazione di autosoccorso, senza uso di
ARTVA, con lo scopo di individuare i luoghi dove è più probabile il seppellimento.
LEZIONI TEORICHE E PRATICHE
– martedì 05 giugno – sede Cai di Foligno ore 20,30 : presentazione corso, lezione sui
materiali
– sabato 09 giugno – ore 9,00 falesia di Pale, prova di resistenza fisica – paranchi su
roccia
– giovedì 14 giugno – sede Cai di Foligno ore 20,30 : responsabilità dell’
accompagnatore
– giovedì 21 giugno – sede Cai di Foligno ore 20,30: neve e valanghe
-26 giugno/ 1° luglio – Gran Paradiso, rifugio Chabot. Durante la permanenza sono
previste le seguenti lezioni:
LEZ. PRATICHE
– tecniche di assicurazione su parete di ghiaccio ripido: ancoraggi, soste assicurazione al
1° e al 2° di cordata
– autosoccorso della cordata: paranchi su crepaccio ( azione interna esterna, vanzo, mezzo
poldo con spezzone ausiliario)
– progressione in cordata su ghiaccio/misto con difficoltà AD/ D
– autosoccorso travolti da valanga: organizzazione gruppo, ricerca con ARTVA,
sondaggio e tecnica di scavo
-realizzazione di un bivacco di fortuna ( con possibile utilizzo notturno)
– esercitazione pratica di cartografia e orientamento
– salita in piolet traction su pendio ripido/crepaccio
LEZ. TEORICHE:
-cartografia e orientamento
– morfologia dei ghiacciaio
-storia dell’ alpinismo
-preparazione di una salita
– meteorologia
– martedì 17 luglio – cena finale e consegna attestati
Il corso sarà diretto da Mirco Ranocchia INA-ISA tel. 3287077656
Informazioni generali
Il direttore del corso, sentiti gli istruttori, si riserva la facoltà di escludere in qualsiasi momento del corso
gli allievi ritenuti non idonei alla prosecuzione del corso o comunque di limitarne le attività previste. Gli
allievi dovranno attenersi scrupolosamente alle disposizioni del direttore del corso e dei suoi collaboratori.
La Scuola e il direttore del corso non assumono nessuna responsabilità per incidenti che si verificassero
durante lo svolgimento del corso per inosservanza, da parte degli allievi,delle disposizioni degli istruttori.